fbpx
taurianova-futura-programma.jpg

PROGRAMMA

"La libertà non consiste nel fare ciò che ci piace,
ma nell'avere il diritto di fare ciò che dobbiamo"
(Papa Giovanni Paolo II)

I perché della mia ricandidatura a Sindaco della mia città
Perché ricandidarsi. In molti la domanda è sorta e tanti sono quelli che nei giorni che hanno preceduto la presentazione delle liste lo hanno chiesto. Dopo tutto quanto aveva caratterizzato la sindacatura, 2015/2019 avrebbero potuto sussistere ragioni di opportunità nel dire basta.
Basta, l’esperimento di cambiamento sociale Taurianova cambia non ha raggiunto i risultati sperati.
Non è però sufficiente dire questo. Sarebbe stata espressione di mero egoismo o di personalizzazione del mandato. La vecchia coalizione era denominata Taurianova Cambia. In essa era contenuto un programma e una serie di obiettivi volti al cambiamento radicale del modus con il quale per troppi anni i cittadini si erano approcciati alla politica e mirava a creare i presupposti di una crescita nel rispetto delle regole e dei principi di legalità.
E tanto è stato. Fino alla fine. Chi non ha saputo o voluto condividere il rigore volto al rispetto di regole che devono essere da tutti rispettate alla fine ha decretato la chiusura anticipata della consiliatura ma non il fallimento del progetto di costruire insieme una Taurianova fondata sul rispetto delle regole e dei valori, della legalità, della cultura, della trasparenza e - a gran voce dell’ONESTA’ - che ha contraddistinto tutti i componenti della giunta e quelle parte di maggioranza rimasta fedele ad un progetto e ad un programma di cambiamento.

Per questo, è forte il senso del dover far si che quel progetto al quale, ora - per distinguerlo dal precedente ed evidenziare che ne è lo step successivo - abbiamo dato il nome di Taurianova Futura - sia vivo, forte e vitale non era possibile esimersi dal restare ancora alla guida di chi crede ancora che Taurianova possa continuare in quel cammino di rinascita iniziato nel 2015 e bruscamente interrotto a dicembre 2019.
Fra Taurianova Cambia e Taurianova Futura, vi è il legame indissolubile della fortissima tensione morale sociale di chi crede nei valori della solidarietà, della legalità, della giustizia sociale e del rispetto delle regole. Per tutti. Lontano dall’opportunismo, dalle piccole clientele di paese guidati da un visione che va oltre la straordinaria quotidianità destinata a sfociare nell’ordinarietà amministrativa o nel non amministrazione, di chi crede che amministrare sia esercizio e sfoggio di potere. Noi siamo stati al servizio di tutti i cittadini per quattro anni e ancora vorremmo esserlo.
Per riprendere il programma di crescita, lavorare verso la realizzazione delle progettualità già programmate e per la definizione di altre in corso di programmazione e il cui iter è rimaste interrotti a causa della sfiducia, per proseguire l’azione di qualificazione, moralizzazione, professionalizzazione della struttura amministrativa comunale e per completare l’azione di risanamento di bilancio e di programmazione del futuro da costruire sui valori fondanti dell’onestà della trasparenza, della legalità, e della crescita civile e culturale. Continuando un percorso che già era stato intrapreso e che non poteva essere lasciato finire nel vacuum dell’imperante qualunquismo.

Taurianova Futura
Un nuovo progetto politico con radici forti e con lo sguardo rivolto al futuro. Con le idee chiare, un rinnovato entusiasmo e l’importante esperienza amministrativa trascorsa, Fabio Scionti presenta la propria candidatura a Sindaco di Taurianova alle prossime elezioni comunali 2020, che si terranno il 20 e 21 settembre.
Taurianova Futura è il nome della coalizione ed è il simbolo della volontà condivisa da tutto il gruppo a sostegno di questo nuovo progetto.
Taurianova Futura rappresenta la prospettiva, l’immagine, l’idea di città che la comunità merita: una città che pone al centro i suoi cittadini, il loro benessere e la qualità della vita, la crescita sociale, economica e culturale.
Una città in grado di adattarsi alle trasformazioni del presente, proiettandosi attraverso nuove forme di sviluppo e di sviluppo sostenibile, a partire da quello urbano e ambientale; una città in grado di valorizzare il proprio patrimonio naturale e storico e ambire a un ruolo centrale nell’ambito del territorio metropolitano; una città in grado di cogliere le opportunità, relazionandosi con tutti gli interlocutori privati e istituzionali; una città in grado di conseguire importanti obiettivi e azioni, anche innovative, per costruire le basi solide di un futuro certo e confortante per tutti; una città dove innovazione e partecipazione, digitale e spazi sociali sono punti cardine; una città in cui ognuno possa riconoscersi con orgoglio e senso di appartenenza e dove ognuno possa realizzare il proprio progetto di vita.
La visione di Fabio Scionti, e della coalizione da lui guidata, è quella di una città che punti, in primo luogo alla partecipazione attiva dei cittadini e, soprattutto, delle generazioni più giovani. Tanti sono, infatti, i giovani che hanno preso parte a questo progetto politico e che riusciranno a imprimere nuove dinamiche e linguaggi alla vita politica della comunità.

«I giovani sono il presente e il futuro - afferma Fabio Scionti - questa è una delle idee forti del nostro progetto politico e del programma che presenteremo tra pochi giorni». «Ascoltare la loro voce e le loro proposte è stato il primo tassello di Taurianova Futura - sottolinea Scionti - Con la loro fiducia, con il sostegno e la condivisione di intenti dei rappresentanti politici che comporanno la coalizione, la chiarezze delle mie idee e della mia visione di questa città e sulla scia di un’esperienza amministrativa importante e positiva, sono pronto a rimettermi al servizio dei miei concittadini».
Taurianova Futura è innovazione digitale e sociale, per una comunità che ha già dimostrato di saper essere al centro della Piana. Taurianova Futura è un insieme di persone di diverse età e con varie esperienze, con un programma politico ampio e dettagliato, che sarà illustrato nei prossimi giorni, un programma concreto che avrà bisogno delle energie e del responsabile entusiasmo di tutti i cittadini.
(12 Agosto 2020 – Fabio Scionti)

5P-Agenda 2030: linee guida e programma d’azione
A livello nazionale lo strumento di coordinamento dell’attuazione dell’Agenda 2030 è rappresentato dalla Strategia Nazionale di Sviluppo Sostenibile (SNSvS), approvata dal CIPE con Delibera n. 108/2017. Si tratta di un provvedimento che prevede un aggiornamento triennale e “che definisce il quadro di riferimento nazionale per i processi di pianificazione, programmazione e valutazione di tipo ambientale e territoriale per dare attuazione agli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite”.
L’attuazione della Strategia Nazionale di Sviluppo Sostenibile deve raccordarsi con i documenti programmatici esistenti, in particolare con il Programma Nazionale di Riforma (PNR) e più in generale il Documento di Economia e Finanza (DEF). Le azioni proposte e gli strumenti operativi devono conciliarsi, inoltre, con gli obiettivi già esistenti e vincolanti a livello comunitario.

La Strategia Nazionale di Sviluppo Sostenibile 2017-2030 si configura come lo strumento principale per la creazione di un nuovo modello economico circolare, a basse emissioni di CO2, resiliente ai cambiamenti climatici e agli altri cambiamenti globali causa di crisi locali, come, ad esempio, la perdita di biodiversità, la modificazione dei cicli biogeochimici fondamentali (carbonio, azoto, fosforo) e i cambiamenti nell’utilizzo del suolo.
Un aspetto innovativo dell’Agenda 2030 è l’attenzione rivolta al fenomeno delle disuguaglianze. In assenza di un’adeguata strategia di intervento, diversi fattori possono contribuire ad alimentare una polarizzazione tra diverse situazioni. Per questo motivo è necessario individuare e condividere le politiche che possono rilanciare la crescita e renderla sostenibile nel lungo periodo.
La Strategia Nazionale di Sviluppo Sostenibile si basa, infatti, su un approccio multidimensionale per superare le disuguaglianze economiche, ambientali e sociali e perseguire così uno sviluppo sostenibile, equilibrato ed inclusivo. Tale approccio implica l’utilizzo di un’ampia gamma di strumenti, comprese le politiche di bilancio e le riforme strutturali.
Il piano aggiorna la precedente “Strategia d’azione ambientale per lo sviluppo sostenibile in Italia 2002-2010″, ma ne amplia il raggio d’azione, integrando gli obiettivi contenuti nella Agenda 2030 delle Nazioni Unite.
E’ strutturata in cinque aree di intervento, corrispondenti alle “5P” dello sviluppo sostenibile proposte dall’Agenda 2030, ciascuna delle quali contiene Scelte Strategiche e Obiettivi Strategici per l’Italia, correlati agli obiettivi per lo sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 e richiamano alla profonda interrelazione tra dinamiche economiche, crescita sociale e qualità ambientale, aspetti conosciuti anche come i tre pilastri dello sviluppo sostenibile.
 
- Persone: contrastare povertà ed esclusione sociale e promuovere salute e benessere per garantire le condizioni per lo sviluppo del capitale umano;
- Pace: promuovere una società non violenta ed inclusiva, senza forme di discriminazione. Contrastare l’illegalità;
- Prosperità: affermare modelli sostenibili di produzione e consumo, garantendo occupazione e formazione di qualità;
- Pianeta: garantire una gestione sostenibile delle risorse naturali, contrastando la perdita di biodiversità e tutelando i beni ambientali e culturali;
- Partnership: intervenire nelle varie aree in maniera integrata.
(TRATTO DA AGENZIA DELLA COESIONE TERRITORIALE)

A partire dalle iniziative esistenti per far accrescere misure di miglioramemento che completino tutto ciò che rimasto incompiuto nella programmazione precedente in cui il percorso verso il cambiamento della comunità ha avuto inizio nell’ambito dello sviluppo sostenibile.
 
PERSONE
“contrastare povertà ed esclusione sociale e promuovere salute e benessere per garantire le condizioni per lo sviluppo del capitale umano”

Welfare di Comunità
Noi della Coalizione Taurianova Futura, immaginiamo una Comunità libera dalla povertà, dalla fame, dalla malattia e dalla mancanza, dove ogni famiglia possa prosperare serenamente. Immaginiamo una Comunità libera dalla paura e dalla violenza. Una Comunità alfabetizzata e equamente istruita. Una Comunità con accesso equo a un’educazione di qualità a tutti i livelli, a un’assistenza sanitaria e alla protezione sociale, dove il benessere fisico, mentale e sociale venga costantemente assicurato.
La Comunità a cui auspichiamo è una Comunità dove vige il rispetto universale per i diritti dell’uomo e della sua dignità, per lo stato di diritto, per la giustizia, l’uguaglianza e la non discriminazione; dove si rispettano la razza, l’etnia e la diversità culturale e dove vi siano pari opportunità per la totale realizzazione delle capacità umane e per la prosperità comune. Una Comunità che investe nelle nuove generazioni e in cui ogni bambino può crescere serenamente. Una Comunità in cui ogni donna e ogni ragazza può godere di una totale uguaglianza di genere e in cui tutte le barriere all’emancipazione (legali, sociali ed economiche) vengano abbattute. Una Comunità giusta, equa, tollerante, aperta e socialmente inclusiva che soddisfi principalmente i bisogni dei più vulnerabili, assicurando che tutti i cittadini possano realizzare il proprio potenziale con dignità ed uguaglianza in un ambiente sano.
 
Per tali ragioni si ritiene necessario:
  • ridurre ulteriormente il numero di uomini, donne e bambini di tutte le età che vivono in condi-zioni di vulnerabilità;
  • implementare adeguati sistemi di protezione sociale e misure di sicurezza per tutti, al fine di raggiungere una notevole protezione delle persone più vulnerabili;
  • garantire una adeguata mobilitazione di risorse da diverse fonti attuando programmi e politiche per porre fine alla povertà in tutte le sue forme;
  • creare solidi sistemi di politiche a livello nazionale, regionale e internazionale, basati su strategie di sviluppo, per sostenere investimenti accelerati nelle azioni di lotta alla povertà;
  • garantire l'accesso ai servizi di assistenza in maniera efficace e di qualità aumentando considere-volmente i fondi destinati;
  • garantire piena ed effettiva partecipazione femminile e pari opportunità di leadership ad ogni li-vello decisionale in ambito politico, economico e della vita pubblica;
  • adottare e intensificare una politica sana ed una legislazione applicabile per la promozione della parità di genere e l'emancipazione di tutte le donne e bambine, a tutti i livelli.
  • garantire occupazione piena e produttiva e un lavoro dignitoso per donne e uomini, compresi i giovani e le persone con disabilità;
  • ridurre la quota di giovani disoccupati e al di fuori di ogni ciclo di studio o formazione;
  • proteggere il diritto al lavoro e promuovere un ambiente lavorativo sano e sicuro per tutti i lavo-ratori, inclusi gli immigrati, in particolare le donne e i precari;
  • potenziare e promuovere l’inclusione sociale, economica e politica di tutti, a prescindere da età, sesso, disabilità, razza, etnia, origine, religione, stato economico o altro;
  • accertarsi che tutte le persone, abbiano le informazioni rilevanti e la giusta consapevolezza dello sviluppo sostenibile e di uno stile di vita in armonia con il territorio in cui vive.
 
Scuola, istruzione e formazione di qualità, equa, inclusiva e opportunità di apprendimento per tutti e a tutti i livelli d’istruzione
  • Costruire e potenziare le strutture dell'istruzione che siano sensibili ai bisogni dell'infanzia, alle disabilità e alla parità di genere e predisporre ambienti dedicati all'apprendimento che siano si-curi, non violenti e inclusivi per tutti;
  • assicurare ad ogni ragazza e ragazzo della nostra Comunità, libertà, equità e qualità nel comple-tamento dell'educazione primaria e secondaria che porti a risultati di apprendimento adeguati e concreti;
  • garantire che ogni bambina e bambino abbiano uno sviluppo infantile di qualità ed accesso a cu-re ed istruzione pre-scolastiche capaci di introdurli serenamente alla scuola primaria;
  • eliminare le disparità di genere nell'istruzione e garantire un accesso equo a tutti i livelli di istru-zione e formazione professionale delle categorie protette, tra cui le persone con disabilità ed i bambini in situazioni di vulnerabilità;
  • migliorare l’istruzione, la sensibilizzazione e la capacità umana e istituzionale per quanto riguar-da la mitigazione del cambiamento climatico, l’adattamento, la riduzione dell’impatto e l’allerta tempestiva proponendo di introdurre i temi della sostenibilità ambientale all’interno dei rispetti-vi Piani dell’Offerta Formativa;
  • tutelare un accesso equo ad un’istruzione tecnica, professionale e terziaria - anche universitaria - di qualità, al fine di far accrescere il numero di giovani e adulti con competenze specifiche -anche tecniche e professionali - per l’occupazione e per l’imprenditoria;
  • mantenere un rapporto stabile, solido e sinergico tra il Comune, gli Istituti Scolastici Secondari, l’Azienda Regionale per lo Sviluppo dell’Agricoltura Calabrese e il Dipartimento di Agraria, di Ingegneria e di Architettura dell’Università di Reggio Calabria per lo sviluppo di attività produt-tive, di progetti pilota e per la formazione imprenditoriale in campo ambientale ed agricolo;
  • facilitare e supportare nelle ricerche, i giovani laureandi della Comunità che intendano realizzare una tesi di laurea o di dottorato su argomenti di interesse territoriale (agricoltura sostenibile ed inno-vativa, recupero dei manufatti e degli edifici, promozione culturale e dei prodotti tipici, ecc.). I lavori di tesi, una volta realizzati, continueranno a far parte del patrimonio progettuale dell’ente in attesa di specifici finanziamenti per la loro fattiva realizzazione.

Cultura, Tradizioni, Sport e Tempo Libero

Fare cultura valorizzando le tradizioni della nostra Comunità è trasmissione di valori, di crescita, di emancipazione sociale e di aggregazione. Allo stesso tempo, anche lo sport è un importante strumento di aggregazione e benessere fisico. Fondamentale si rileva per la nostra coalizione che guarda al futuro programmando il presente, continuare a sostenere e incentivare ogni forma di iniziativa, spontanea, popolare e amatoriale, che riguardi il tempo libero, promozione e valorizzazione della cultura locale e non, dello sport al fine di garantire oltre che la crescita sociale della Comunità anche il benessere del cittadino, in uno spirito collaborativo e sinergico tra le associazioni che animano il territorio.

La coalizione “Taurianova Futura” ha inoltre come obiettivi da raggiungere:
  • potenziare gli sforzi per proteggere e salvaguardare il patrimonio culturale della Comunità;
  • favorire forme innovative di promozione e valorizzazione sostenibile del territorio, in grado di creare lavoro e promuova la cultura e i prodotti locali;
  • incentivare lo sviluppo, la diffusione e l’utilizzo delle innovazioni tecnologiche e delle compe-tenze tecniche nelle attività di tutela, conservazione, fruizione e valorizzazione dei beni e servizi culturali, avvalendosi dei fondi POR;
  • adeguamento funzionale del patrimonio edilizio comunale per la fruizione culturale del territo-rio (musei, centri di aggregazione, ecc.) in cui, tra l’altro, sia possibile attivare specifici percorsi di conoscenza e di ricordo dei fatti storici e degli uomini e delle donne che hanno dato lustro a Taurianova;
  • adeguamento e nuovi investimenti per le strutture sportive.
 
PACE
“promuovere una società non violenta ed inclusiva, senza forme di discriminazione. Contrastare l'illegalità”

Questione morale e rispetto della legalità
Promuovere una Comunità pacifica e inclusiva, il rispetto della legalità e delle regole del vivere democratico, garantire a tutti i cittadini l’accesso alla giustizia e creare istituzioni efficaci, responsabili ed inclusive a tutti i livelli è il centro focale del programma che noi della coalizione Taurianova Futura intendiamo perseguire e diffondere tra la Comunità, in coerenza con quanto riportato nelle linee guida dell’Agenda 2030 per lo sviluppo Sostenibile, oltre a:
  • promuovere lo sviluppo sostenibile, anche tramite un educazione volta ad uno sviluppo e uno stile di vita sostenibile, ai diritti umani, alla parità di genere, alla promozione di una cultura paci-fica e non violenta, alla cittadinanza e alla valorizzazione delle diversità culturali e del contributo della cultura allo sviluppo sostenibile;
  • garantire un pari accesso alla giustizia per tutti;
  • ridurre sensibilmente la corruzione e gli abusi di potere in tutte le loro forme;
  • sviluppare istituzioni efficaci, responsabili e trasparenti;
  • continuare a costituirsi parte civile in tutti i procedimenti penali in cui l’azione criminosa porterà danno all’immagine della comunità di Taurianova;
  • pubblicare tutte le deliberazioni di Giunta e di Consiglio e tutte le determinazioni dei responsa-bili dei vari settori sul sito istituzionale dell’Ente e renderle disponibili anche oltre i termini di pubblicazione all’albo pretorio;
  • ridefinire dei procedimenti per la concessione trasparente dei contributi ad iniziative sociali, cul-turali, formative, sportive, di promozione economica, ecc.; costituzione, a supporto della Giun-ta, con il compito di istruire e valutare il merito delle richieste pervenute.

Superare la frammentazione e disparità tra Taurianova e le Frazioni
Una società che ha rotto confini e differenze ha bisogno di continuare a pensare in modo complessivamente nuovo l’organizzazione e la gestione del territorio.
Le comunità di Amato, Gagliano, Iatrinoli, Pegara, Radicena e San Martino che con le loro diversità e la loro storia si fondono in un unico tessuto urbano ed in un unico contesto umano in cui gli uomini e le donne, i bambini e le bambine, i ragazzi e le ragazze hanno il dovere di “agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza” ed il diritto di poter vedere realizzate le loro aspettative ed i loro desideri in una città che deve essere, più che mai, bella, equa e dinamica per potersi proiettare verso il futuro.
Per tale ragione Taurianova dovrà ancora lavorare per superare la concezione territoriale di centro capoluogo e frazioni. Oggi, e ancor di più di ieri, Taurianova ha necessità di vedere il suo territorio globalmente, supportare i positivi legami economici, sociali e ambientali tra aree urbane, periurbane e rurali rafforzando la pianificazione dello sviluppo territoriale.
 
PROSPERITA’
“affermare modelli sostenibili di produzione e consumo, garantendo occupazione e formazione di qualità”
 
Sostenibilità fiscale, dalla parte dei cittadini
Gli anni passati hanno messo a dura prova i Comuni con tagli drammatici, a questo si aggiunge che per sanare il disavanzo generato dalle passate amministrazioni il Comune di Taurianova ha dovuto adottare prima un piano di rientro tramutatosi poi in dissesto finanziario che ha portato irrimediabilmente all’applicazione massima della fiscalità per i cittadini.
 
Nei limiti imposti dalle normative, negli ultimi anni si è cercato di attuare tutte le opportune misure per una fiscalità equa e sostenibile con piani di rateizzazioni delle imposte per i cittadini e per le attività imprenditoriali e attuando misure di contrasto all’evasione destinando il recupero del gettito alle politiche sociali e all’istruzione.
Si ritiene ancora necessario di:
  • adottare politiche, in particolare fiscali, di protezione sociale, per raggiungere progressiva-mente una maggior uguaglianza;
  • consolidare la riscossione delle entrate.
 
Ripensare il Territorio - Agricoltura, Commercio ed Artigianato
Perseveriamo nell’idea di riuscire a trasformare attraverso uno specifico studio urbanistico sia il centro storico mantenendone, da un lato, l’originale struttura e bellezza e, dall’altro, integrandolo in modo armonico con le più recenti costruzioni sia le principali vie del centro urbano tramutando la nostra Comunità in un grande centro commerciale all’aperto con l’obiettivo di affrontare attivamente la crisi, combattendola con iniziative proposte dal Comune affinché si offrano servizi e una maggiore promozione di prodotti presenti nei negozi sparsi nel centro urbano.
 
Inoltre la nostra storia e la nostra cultura ci impongono di riconoscere che Taurianova è, principalmente, una cittadina agricola e, pertanto, è necessario ripensare e migliorare l’offerta agricola puntando soprattutto alla qualità dei prodotti ed alla distribuzione dei prodotti e delle manifatture.
 
Per ragioni espresse si ritiene necessario di:
  • raggiungere standard più alti di produttività economica attraverso la diversificazione, il progres-so tecnologico e l’innovazione, anche con particolare attenzione all’alto valore aggiunto e ai set-tori ad elevata intensità di lavoro;
  • garantire un’occupazione piena e produttiva e il diritto al lavoro sano e sicuro per donne e uo-mini, compresi i giovani e le persone con disabilità e inclusi gli immigrati;
  • promuovere politiche orientate allo sviluppo, che supportino le attività produttive, la creazione di posti di lavoro dignitosi, l’imprenditoria, la creatività e l’innovazione, e che incoraggino la formalizzazione e la crescita delle piccole-medie imprese, anche attraverso l’accesso a servizi fi-nanziari;
  • aumentare il supporto dell’aiuto per il commercio;
  • implementare la produttività agricola e il reddito dei produttori su piccola scala, anche attraverso un accesso sicuro ed equo a terreni, altre risorse e input produttivi, conoscenze, servizi finanzia-ri, mercati e opportunità per valore aggiunto e occupazioni non agricole;
  • garantire sistemi di produzione sostenibili e implementare pratiche agricole resilienti che aumen-tino la produttività e la produzione, che aiutino a proteggere gli ecosistemi, che rafforzino la ca-pacità di adattamento ai cambiamenti climatici e che migliorino progressivamente la qualità del suolo;
  • aumentare gli investimenti per la ricerca agricola e la formazione e lo sviluppo, al fine di miglio-rare la capacità produttiva agricola;
  • rafforzare la capacità degli istituti finanziari interni per incoraggiare e aumentare l’utilizzo di servizi bancari, assicurativi e finanziari per tutti;
  • valorizzazione delle tipicità dolciarie del territorio di Taurianova e supporto delle associazioni di categoria per l’avvio della procedura per il riconoscimento da parte dell’Unione Europea della Denominazione d’Origine Protetta (D.O.P.) per il Torrone artigianale di Taurianova;
  • promozione e potenziamento, in collaborazione con le associazioni di categoria, del mercato giornaliero dei prodotti a Km 0 ed ai prodotti biologici;
  • supporto alle aziende agricole che intendono realizzare attività agrituristiche;
  • azioni presso la grande distribuzione finalizzata alla vendita di “prodotti locali”;
  • incentivare con nuove iniziative per gli esercenti il progetto esistente Trenta & Lode;
  • potenziare e specializzare il personale dello Sportello Unico per le Attività Produttive.
PIANETA
“garantire una gestione sostenibile delle risorse naturali, contrastando la perdita di biodiversità e tutelando i beni ambientali e colturali”

Tutela del Territorio, Ambiente e Sostenibilità energetica
Il processo di urbanizzazione ha cambiato il paesaggio naturale, aggravando i problemi di inondazione all’interno delle città. Pertanto, diventa indispensabile sviluppare modelli per la valutazione e risoluzione degli effetti delle alluvioni in aree urbane.
Inoltre il nostro territorio e il nostro ambiente sono costantemente minacciati da pochi cittadini che per interesse personale inquinano le nostre acque, sporcano le nostre strade. A questo si aggiunge il continuo consumo del suolo e di risorse naturali che bisogna fermare e regolamentare per il bene delle future generazioni. Per questo si ritiene necessario di:
  • attivare tutte le misure previste dalle leggi per la tutela del territorio e dell’ambiente;
  • adottare di specifici regolamenti a tutela dell’ambiente e della salute pubblica (inquinamento idrico, acustico ed elettromagnetico) e promuovere interventi di controllo da parte dell’Agenzia Regionale per la protezione dell’Ambiente della Calabria (A.R.P.A.Cal.);
  • facilitare le attività produttive ed i cittadini nell’adempimento delle regolamentazioni previste dalle normative vigenti in tema ambientale.
 
Considerato che il Comune di Taurianova ha già raggiunto degli ottimi risultati nella raccolta differenziata, per ben due anni consecutivi Comune Riciclone 2016 e 2017 e attualmente con servizio porta a porta, si intende conseguire specifici obiettivi di riduzione della produzione dei rifiuti, di aumento della raccolta differenziata e del riciclo dei materiali e di sostanziale riduzione del rifiuto indifferenziato avviato a smaltimento finale attraverso l’attuazione e il monitoraggio di un insieme di azioni integrate di prevenzione dei rifiuti e ottimizzazione dei sistemi di raccolta e tariffazione, unite ad efficaci campagne di informazione e coinvolgimento degli attori locali.

Questo è possibile incentivando ulteriormente la raccolta differenziata ed attuando Politiche ambientali globali in grado di raggiungere l’obiettivo già prefissato di “Rifiuti Zero” che ha come scopo il raggiungimento della sostenibilità ambientale, economica e sociale. L’adozione della strategia “Rifiuti zero”, permetterà sia una maggiore occupazione di personale che un risparmio sui costi complessivi di gestione. Per questo si ritiene necessario di:
  • implementare il progetto “Taurianova verso Rifiuti Zero” e realizzare l’osservatorio composto da cittadini ed esperti volontari che controllano e guidano nel percorso verso la produzione zero di rifiuti;
  • migliorare l’impianto di riciclaggio e il recupero dei materiali, finalizzato al reinserimento nella filiera produttiva;
  • aumentare la diffusione della pratica del compostaggio domestico e realizzare isole di compostaggio nei diversi quartieri di Taurianova per l’utilizzo finale del compost nelle aree verdi del comune.
  • implementare il coinvolgimento degli esercizi commerciali per l’attuazione di pratiche innovative per la riduzione dei rifiuti;
  • introdurre sistemi di contabilizzazione del volume dei rifiuti conferiti dalle singole utenze per il rifiuto indifferenziato, che possono consentire l’introduzione di sistemi di tariffazione puntuale secondo il principio “chi meno produce e più differenzia, meno paga”;
  • riefficientamento dell’isola ecologica.

Oltre a quanto detto sarà importante:
  • ridurre l’impatto ambientale negativo della Comunità, prestando particolare attenzione alla qualità dell’aria e alla gestione dei rifiuti urbani e di altri rifiuti;
  • promuovere meccanismi per aumentare la capacità effettiva di pianificazione e gestione di interventi inerenti al cambiamento climatico, con particolare attenzione alle comunità locali e marginali;
  • promuovere una gestione sostenibile del territorio al fine di migliorarne la capacità di produrre benefici essenziali per uno sviluppo sostenibile;
  • intraprendere azioni efficaci ed immediate per ridurre il degrado degli ambienti.

Spreco Alimentare
A livello internazionale, le Nazioni Unite si sono prefissate nel programma “Agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile” degli obiettivi da raggiungere nel prossimo decennio, tra cui il garantire modelli di consumo e produzione sostenibili. Uno degli scopi prefissati è quello di dimezzare lo spreco alimentare globale pro-capite e ridurre le perdite di cibo durante le catene di produzione e di fornitura. Per questo si ritiene necessario di:
  • analizzare delle cause dello spreco anche in relazione a reddito e status sociale delle famiglie taurianovesi, intrecciando le relazioni fra spreco, stili di vita e abitudini alimentari ed indagando sui collegamenti fra spreco alimentare, valori e orientamenti dei cittadini;
  • dimezzare lo spreco alimentare anche a livello di vendita al dettaglio e dei consumatori e ridurre le perdite di cibo durante le catene di produzione e di fornitura.


Gestione sostenibile dell'acqua e delle strutture igienico-sanitarie


L’acqua è un bene naturale la cui disponibilità e l’accesso è un diritto inalienabile ed inviolabile dell’individuo. La nostra idea sulla gestione dell’intero ciclo dell’acqua è quella di un servizio pubblico e fornire tutte le necessarie garanzie sull’uso potabile. Per questo si ritiene necessario di:
 
  • ampliare il sistema di controllo sulla qualità delle acque e sulla rete di distribuzione;
  • completare, attraverso il reperimento di fondi europei, lo studio già avviato per l’attivazione dell’ammodernamento di tutta le rete idrica taurianovese;
  • ampliare la cooperazione e il supporto per creare attività e programmi legati all'acqua all'efficienza idrica, al trattamento delle acque reflue e alle tecnologie di riciclaggio e reimpiego;
  • promuovere una distribuzione equa e giusta delle risorse idriche;
  • supportare e rafforzare la partecipazione della Comunità nel miglioramento della gestione dell'acqua e degli impianti;
  • riattivazione delle “case dell’acqua” distribuite sul territorio comunale e implementazione degli erogatori presso gli uffici pubblici, compresi gli istituti scolastici.

Gestione rete fognaria e depurazione
Il sistema di raccolta delle acque reflue urbane di Taurianova confluisce al grande depuratore consortile di Gioia Tauro. Nonostante questo, alcune zone di quartieri centrali e periferici non dispongono ad oggi di fognature allacciate al suddetto depuratore.
Il sistema fognario esistente, tranne brevi tratti, raccoglie contemporaneamente sia le acque reflue che le acque meteoriche e, pertanto, in caso di piogge abbondanti l’intero sistema di raccolta va in tilt generando situazioni di reale pericolo e di disaggio.
Anche se i costi di adeguamento dell’intero sistema sono rilevanti è necessario iniziare un opera di risanamento ed adeguamento reperendo i finanziamenti negli strumenti finanziari comunitari. Per questo si ritiene necessario di:
  • completare e adeguare il sistema fognario di tutti i centri abitati del territorio comunale.

Sostenibilità energetica
L’energia e le politiche sul risparmio energetico sono il vero fattore di cambiamento che serve alla nostra città. A Taurianova, come in ogni città italiana, la voce sui costi energetici ha un elevata incidenza sul bilancio comunale. Oggi, grazie alle moderne tecnologie, è possibile ripensare all’energia sia in termini di risparmio che di produzione.
A tale scopo intendiamo attuare politiche di sostenibilità energetica per le strutture pubbliche e promuovere l’adozione delle migliori tecnologie energetiche da parte dei cittadini. Per questo si ritiene necessario di:
  • garantire accesso a servizi energetici che siano convenienti, affidabili e moderni;
  • aumentare considerevolmente la quota di energie rinnovabili nel consumo totale di energia;
  • raddoppiare e migliorare l’efficienza energetica;
  • facilitare l’accesso alla ricerca e alle tecnologie legate all’energia pulita - comprese le risorse rin-novabili, l’efficienza energetica e le tecnologie di combustibili fossili più avanzate e pulite - e promuovere gli investimenti nelle infrastrutture energetiche e nelle tecnologie dell’energia pulita;
  • implementare le infrastrutture e migliorare le tecnologie per fornire servizi energetici moderni e sostenibili;
  • redigere e rendere operativo un “Piano Energetico Comunale” volto alla riduzione dei consumi e al raggiungimento della sufficienza energetica;
  • installare impianti di energia alternativa su tutti gli impianti di sollevamento presenti nella rete di adduzione delle acque.

Orti urbani
Gli orti urbani sono un fenomeno in crescita in tante parti del mondo, sono veri e propri spazi sottratti all’incuria. Spesso in zone degradate delle città che grazie alla passione di associazioni o gruppi di amici diventano luoghi dove crescere cibo salutare ma anche relazioni umane. Molti studi di urbanistica e sociologia dimostrano che laddove cresce bellezza c’è anche maggiore armonia sociale.

Dopo la realizzazione dell’attività regolamentare effettuata nella precedente amministrazione è necessario individuare l’esistenza di piccoli appezzamenti di terreno incolto atto alla coltivazione e assegnarlo in uso gratuito a cittadini che ne facciano richiesta per produzione ad uso proprio o per commercializzazione all'interno di mercati rionali o nei mercatini equo solidali. Nella scelta degli assegnatari si terrà conto della condizione economica – lavorativa del richiedente.

Pianificazione e sviluppo sostenibile del Territorio
Dopo l’adesione del Consumo Suolo Zero effettuata nella precedente amministrazione è necessario dotare il nostro paese del nuovo strumento urbanistico indispensabile per ripristinare condizioni di certezza nel rapporto amministrazione-cittadino e per poter lavorare con tutti gli attori del territorio ad uno sviluppo nuovo del territorio attraverso le forme che ci da la partecipazione e quindi attraverso un serio ragionamento di cosa ha bisogno il nostro territorio. Per questo si ritiene necessario di:
  • avviare le procedure per la realizzazione del PSC;
  • promuovere pratiche sostenibili in materia di appalti pubblici, in conformità alle politiche nazionali;
  • garantire a tutti l’accesso ad alloggi adeguati, sicuri e riqualificare i quartieri più degradati;
  • concludere la metanizzazione dei centri di San Martino e Amato;
  • urbanizzazione di territori già antropizzati (via dell’Aventino; località Olivetello, ecc.).
 
Viabilità e mobilità sostenibile
  • Garantire a tutti l’accesso a un sistema di trasporti sicuro, conveniente, accessibile e sostenibile, migliorando la sicurezza delle strade, in particolar modo potenziando i trasporti pubblici, con particolare attenzione ai bisogni di coloro che sono più vulnerabili, donne, bambini, persone con invalidità e anziani;
  • ridefinizione di tutta la mobilità comunale ed attivazione e definizione di percorsi pedonali e ci-clabili;
  • potenziare un’urbanizzazione inclusiva e sostenibile e la capacità di pianificare e gestire su tutto il territorio un insediamento umano che sia partecipativo, integrato e sostenibile.
 
PARTNERSHIP
“intervenire nelle varie aree in maniera integrata”

Partecipazione e confronto
Garantire un processo decisionale responsabile, aperto a tutti, partecipativo e rappresentativo a tutti i livelli è uno degli obiettivi che la coalizione “Taurianova Futura” si è prefissata di raggiungere al fine di intensificare la partnership per lo Sviluppo Sostenibile, coadiuvata da collaborazioni plurilaterali che sviluppano e condividono la conoscenza, le competenze, le risorse tecnologiche e finanziarie, per raggiungere gli obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile.

Sulla scorta dell’esperienza positiva della Consulta delle Associazioni e della Società Civile, saranno istituite:
  • le consulte dell’Agricoltura, del Commercio e dell’Artigianato, quali strumenti con funzioni propositive, consultive e di studio nell’elaborazione delle politiche di promozione e di sviluppo dei relativi settori;
  • saranno istituite le Consulte di quartiere quali luoghi di incontro partecipato dei cittadini in cui gli stessi possono presentare o proporre progetti, avanzare suggerimenti e istanze;
  • utilizzando le tecnologie informatiche si favorirà la partecipazione e la consultazione popolare dei cittadini alla realizzazione e gestione delle politiche pubbliche ed alla gestione del territorio.

Condivisione bene comune e fruizione urbana
Prendersi cura di un bene comune va oltre il confine dell’agire privato. Godere il paesaggio e lo spazio, l’attività di manutenzione e di cura del luogo diventa un’opportunità. Un’ordinaria manutenzione sta a cuore a chi anima vive nei propri luoghi e a chi vive una sana socialità e una voglia comune di star bene. Per questo si ritiene necessario di:
  • fornire accesso universale a spazi verdi e pubblici sicuri, inclusivi e accessibili, in particolare per donne, bambini, anziani e disabili;
  • curare il verde e l’arredo urbano nei parchi, nei giardini pubblici e nelle scuole di Taurianova con manutenzioni costanti;
  • realizzare nei vari quartieri di campetti per il gioco e di socializzazione;
  • definire del piano del colore nei quartieri;
  • attivare, in determinati periodi dell’anno ed in corrispondenza di eventi di particolare interesse cittadino, delle aree pedonali;
  • restituire il decoro e la giusta fruizione dei cimiteri cittadini;
  • attivare i Comitati di Quartiere.
 
Buone pratiche europee
La nostra coalizione “Taurianova Futura” continuerà a portare avanti tutte le azioni dedite a favorire la creatività, specie quella giovanile, e le capacità di innovazione, intese come competenze personali e sociali da coltivare e sviluppare per il bene della comunità.
Rientra infatti tra gli obiettivi principali del nostro programma di lavoro tutti i programmi e le politiche appartenenti ad altri campi d’azione che contribuiscano parimenti alla promozione della creatività. I programmi comunitari continueranno a consentirci di scambiare esperienze e buone pratiche a livello europeo favorendo la trasmissione e la trasferibilità dei risultati a vantaggio dell’intera comunità.
Aumentare le buone pratiche, programmi e politiche che favoriscono la promozione della creatività con una visione rivolta al futuro potrà contribuire all’implemento di uno sviluppo economico e di qualità, oltre ad incentivare il benessere degli individui, con particolare attenzione ad un accesso equo e conveniente per tutti.

Fondi strutturali
Messa in funzione di un centro comunale di progettualità per l’intercettazione di tutti i fondi messi a disposizione della comunità europea.

Conclusione
Gli Obiettivi della coalizione “Taurianova Futura” intendono dare continuità al lavoro avviato dalla precedente amministrazione e coalizione “Taurianova cambia” e riunendo ad essi gli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, necessari per la realizzazione delle nostre ambizioni collettive, con uno sguardo rivolto al futuro e allo sviluppo della nostra comunità.

Le “5P” sopra descritte, sono la chiave per la realizzazione della Taurianova Futura, avranno uguali priorità poiché tutti equamente importanti e fondamentali al fine di riuscire a garantire uno sviluppo equo e sostenibile alla nostra comunità e potranno essere implementati dai cittadini, dalle azioni e dalla politica, in un ottica di partecipazione democratica.
Image